AFORISMI E MASSIME - frasi sulla vita

Condividi 
 



Non dobbiamo avere paura degli altri, poiché spesso gli altri hanno molta più paura di noi. Il successo non è vincere sempre, il successo è vincere le proprie paure, avendo il coraggio di tentare sempre. Non bisogna dimostrare nulla agli altri, ma solo a se stessi. (Andrea Mucciolo)

Preferisco essere abbastanza matto per compiere delle pazzie, piuttosto che abbastanza stupido per credere a delle sciocchezze. (Andrea Mucciolo)

Non mi sento un uomo libero, non lo sono mai stato, è una sciocchezza affermare di essere liberi. Se avessi realmente agito da uomo libero, sarei già finito in galera da un pezzo. (Andrea Mucciolo)

Non importa quanto tu possa essere meglio degli altri, ci sarà sempre qualcuno meglio di te. Se invece riuscirai ad essere meglio di te stesso, nessuno potrà rubarti il primo posto. (Andrea Mucciolo)


Per non rimanere deluso dalle persone, si isolò da tutti quanti, e non rimase più deluso da nessuno. Eccetto che da se stesso. (Andrea Mucciolo)

Adoro quando le persone pensano male di me, almeno non corro il rischio di rimanere deluso in caso dovessero cambiare idea. (Andrea Mucciolo)

Non bisogna temere le critiche degli altri, ma solo quelle che rivolgiamo a noi stessi, poiché sono le uniche realmente sincere e prive di secondi fini. (Andrea Mucciolo)

Non conta ciò che la vostra clientela desidera, ma il desiderio che voi creerete nella vostra clientela. (Andrea Mucciolo)

La politica italiana è un circo, senza neanche domatori, solo pagliacci. (Andrea Mucciolo)

La mia libertà non esiste: esiste solo il mio abbattere le barriere, oggi e domani. (Andrea Mucciolo)

Conosco molti uomini che si vergognerebbero a piangere davanti agli altri, ma finora non ne ho incontrato neanche uno che provi vergogna a dire sciocchezze in pubblico. (Andrea Mucciolo)

Non mi sono mai drogato, la vita è la mia droga, la più potente che io conosca. Sono fatto della vita. (Andrea Mucciolo)

Ci sono più uomini giudicati per il colore delle loro cravatte che per il valore delle loro azioni. (Andrea Mucciolo)

Il mattino ha l'oro in bocca, la sera un cetriolo nel culo. (Andrea Mucciolo)

Il mondo va avanti anche senza di me, quando riuscirò ad andare avanti io senza il mondo, allora forse mi sentirò veramente libero. (Andrea Mucciolo)

Vorrei andare a vivere in un paese dove i cetrioli finiscono solo nei piatti per essere mangiati e non nei culi degli ortolani. (Andrea Mucciolo)

Il successo dà alla testa perché spesso il sedere è stato già utilizzato prima di raggiungere la fama. (Andrea Mucciolo)

Cane e gatto sono nemici, ma qualora crescano assieme fin da cuccioli, rimarranno amici anche da adulti. Invece, gli essere umani, pur conoscendosi fin da piccoli, si ammazzeranno ugualmente come bestie. (Andrea Mucciolo)

Nessuno è più un estraneo dopo che hai saputo il suo nome e stretto la sua mano. (Andrea Mucciolo)

Le cose belle della vita, ci rendono più vulnerabili, poiché attutiscono le nostre difese naturali. (Andrea Mucciolo)

La voglia di migliorare il mondo esige uno stomaco vuoto. Difficilmente in una pancia che è stata sempre piena si troverà spazio per nobili ideali. (Andrea Mucciolo)

L’interesse che alcune persone dimostrano nei nostri problemi è, molto spesso, solidarietà ed empatia. Molto più spesso, invece, è desiderio di far pettegolezzo. (Andrea Mucciolo)

Forse sarà anche vero che in amore vince chi fugge. Tuttavia, colui che scappa, farebbe meglio a sincerarsi che chi lo dovrebbe inseguire abbia tutte e due le gambe. (Andrea Mucciolo)

Ho sempre timore a fidarmi delle persone, perché so bene che potrebbero comportarsi alla stessa mia maniera. (Andrea Mucciolo)

Gli elogi annoiano. Le critiche suscitano interesse. Le polemiche vendono. (Andrea Mucciolo)

Non mi piacciono le frasi fatte: sono già abbastanza fatto io quando scrivo frasi fatte. (Andrea Mucciolo)

La mia musa è una gran baldracca. (Andrea Mucciolo)

Molte amicizie sono a senso unico. Nessun cartello ti avvisa. Tu imbocchi dalla parte sbagliata e alla fine vai a sbattere. (Andrea Mucciolo)

Bisogna sempre fidarsi degli altri. Solo quando gli altri siamo noi, però. (Andrea Mucciolo)

Gli amici che ti chiamano solo quando stai male, sono come i politici che fanno riparare le buche soltanto dopo che qualcuno c’è morto. (Andrea Mucciolo)

Non ha molto senso affermare che, per non rimanere soli, dobbiamo sempre e comunque accontentarci delle persone che abbiamo attorno. Se stessi per morire di fame, potrei di certo mangiare carote crude, senza condimento e anche sporche di terra, ma non avrebbe senso cibarmi di funghi velenosi. (Andrea Mucciolo)

I veri amici se li cerchi non li troverai mai, perché giungeranno solo tramite le nostre azioni, il nostro stesso essere, senza che noi ce ne accorgiamo. (Andrea Mucciolo)

L’arte senza follia è come pasta in bianco senza sale. Ma se il sale fosse troppo, la pasta sarebbe comunque immangiabile. (Andrea Mucciolo)

Taluni sostengono che sia già stato detto e scritto di tutto, e che non sia rimasto più nulla di nuovo da dire. Invece il silenzio è sempre stato nuovo e diverso, da persona a persona. In ognuno di noi rappresenta qualcosa di differente. Il nostro silenzio comunica delle cose che spesso solo noi siamo in grado di comprendere. (Andrea Mucciolo)

I sogni muoiono all'alba, ma risorgeranno in un cuore leale e sincero. Scorgerà il sorgere del sole dopo ogni notte buia e mai mancherà di brillare della propria energia. (Andrea Mucciolo)

La giustizia è uguale per tutti, sono gli uomini a non essere uguali davanti alla giustizia. (Andrea Mucciolo)

Le opportunità della vita, sono come gelato al sole d'estate. Se non ti affretti a leccarle, ti si scioglieranno addosso, lasciandoti impantanato in un aspro rimorso. (Andrea Mucciolo)

Era una persona molto matura per la sua età, più di tutti i suoi coetanei, infatti cadde dall'albero prima degli altri, sfracellandosi al suolo. (Andrea Mucciolo)

I bivi non ci abituano alle scelte, ma soltanto ai rammarichi. (Andrea Mucciolo)

E' più difficile concludere un amore che iniziarlo. Smaltire i resti di un amore finito, affinché il ricordo non ci ferisca più, è assai più complesso che smantellare le scorie di una centrale nucleare in disuso. (Andrea Mucciolo)

Molte persone dicono di odiare le armi, ma cos'è un'arma? non si rendono conto che anche strumenti utilissimi come un cacciavite, un martello, possono uccidere? in realtà, l'arma peggiore, è solo la mente distorta e perversa di tanti esseri umani, ecco quello che uccide realmente. (Andrea Mucciolo)

E' importante fidarsi del proprio prossimo, basta tuttavia che questo stesso non ci sia tanto prossimo da poterci rubare il pane di bocca. (Andrea Mucciolo)

Le cose che di sicuro hanno il prezzo più alto da pagare, sono le proprie scelte. (Andrea Mucciolo)

L'argomento fedeltà all'interno di una coppia, è come un filo dell'alta tensione: utilissimo per dare luce ed energia, ma meglio non toccarlo. (Andrea Mucciolo)

Anche i ricchi piangono, ma le loro lacrime vengono asciugate da fazzoletti di seta... (Andrea Mucciolo)

La vendetta può essere dolce, ma il retrogusto amaro che ti lascia in bocca, sarà tanto forte da ucciderti. (Andrea Mucciolo)

Il giorno del proprio compleanno è, per l'essere umano, il più stressante di tutto l'anno: bisogna fare uno sforzo enorme, per sorridere e fingere interesse verso regali che molto spesso fanno pietà. (Andrea Mucciolo)

Avere un partner è come possedere un'auto di proprietà. Avere un amante equivale a prendere un taxi. Essere lasciati da ambedue, significa attaccarsi al tram. (Andrea Mucciolo)

La mia vita è un minestrone, ma sempre bollente, mai riscaldato. (Andrea Mucciolo)

Hai voluto la luna e io sono andato fin su nel cielo e l'ho presa al lasso per te. Hai voluto conoscere ogni segreto di me e io ti ho donato le chiavi della mia anima. Mi hai chiesto il mio amore incondizionato e io ho riposto il mio cuore tra le tue delicate mani. Poi hai voluto quell'anello d'oro esposto in una vetrina del centro e io col cavolo che ti ho dato la mia carta di credito! (Andrea Mucciolo)

Ai giorni nostri, in questo paese, con l'attuale saturazione di libri che stiamo osservando, con il prepotente disinteresse verso libri che non siano di grandi autori famosi, pubblicare un libro e tentare di farsi conoscere come scrittori è, a detta di molti, un'idea da manicomio. Ma per mia fortuna, sono abbastanza matto per portare avanti questa idea. (Andrea Mucciolo) aforismi sulla vita

Il pensiero di cucinare, lavare, stirare, fare la spesa e piegare la biancheria, è, per molti uomini, il più potente, se non l'unico, deterrente verso il divorzio. (Andrea Mucciolo)

Solo gli imbecilli sono felici di vincere il primo round. (Andrea Mucciolo)

Un uomo veramente libero è colui che può mandare a quel paese il proprio capo, e il giorno dopo tornare tranquillamente al lavoro, come se niente fosse. (Andrea Mucciolo)

La parola gratis non esiste, eccetto che nella fantasia dell'essere umano. Sono proprio le cose che sembrano gratis quelle che avranno il prezzo più alto da pagare. (Andrea Mucciolo)

La verità è un'arma molto pericolosa, ecco perché oggi se ne concede il porto d'armi a pochissime persone. (Andrea Mucciolo)

La differenza tra un banchiere e un semplice avaro, è che l'avaro non dividerebbe mai la sua pagnotta con te, neanche se tu stessi per morire di fame. Il banchiere, invece, ti ruberà la pagnotta di bocca quando starai per morire di fame. (Andrea Mucciolo)

L'odio è un boomerang. L'amore è un aquilone. Ambedue sono fantasmi capaci di perseguitarci per una vita intera. (Andrea Mucciolo)

Non mi sforzo per diventare meglio di come sembrano gli altri, ma solo per non diventare peggio di come sono realmente. (Andrea Mucciolo)

Tra il dire la verità e mentire non c'è poi molta differenza: in ambedue i casi, molto difficilmente si verrà creduti. (Andrea Mucciolo)

I veri amici li vedi nel momento del bisogno: nel senso che li vedi solo quando hanno bisogno di qualcosa. (Andrea Mucciolo)

Non scrivo per passare alla storia, ma per scrivere la mia di storia. (Andrea Mucciolo)

La voglia di scrivere è paragonabile, e direttamente proporzionale, a quella di vivere. (Andrea Mucciolo)

Imparo sempre molto dagli altri, soprattutto dalle persone che detesto. (Andrea Mucciolo)

La differenza tra gli uomini che mentono e quelli che dicono la verità, è che i primi saranno criticati quando e se saranno smascherate le loro menzogne, mentre questi ultimi riceveranno disapprovazione nell'immediato. (Andrea Mucciolo)

Non scrivo per me stesso, ma solo per essere un po' più me stesso. (Andrea Mucciolo)

E' meglio che io guardi sempre avanti, al futuro, senza mai voltarmi indietro. Anche perché, se mi voltassi a guardare indietro, rischierei di andare a sbattere. (Andrea Mucciolo)

Non mi preoccupo tanto di quello che gli altri pensano di me, ma di quello che io penso degli altri. (Andrea Mucciolo)

Se una donna non ricambiasse il tuo amore, hai tre possibilità: 1) continuare ad amarla lo stesso - 2) odiarla - 3) fregartene. C'è anche una quarta possibilità, la migliore: cercarne una che lo ricambi. (Andrea Mucciolo)

Nessuno è grande perché fa tutto da solo, è “grande” invece chi sa ascoltare i consigli degli altri, non come regola assoluta, ma come fonte di incentivo a migliorare. Chi fa tutto da solo ed è sordo ad ogni parere altrui, non è un genio, è semplicemente un grande idiota che prima o poi commetterà uno sbaglio ancora più grande. (Andrea Mucciolo)

Non ti ho amata per ricevere in cambio il tuo amore, ma per scacciare via il mio odio. (Andrea Mucciolo)

Sei tu. Sei solo mia. Dolcemente, per il mio quotidiano tormento. (Andrea Mucciolo)

Scrivere è un modo per fuggire dalle realtà attorno a noi, creandone di nuove. (Andrea Mucciolo)

Per cercare l'oro, vai da solo, affinché nessun altro possa rubarti ciò che troverai. Quando vai alla ricerca della felicità, vacci in compagnia, perché se troverai la felicità e non avrai nessuno con la quale condividerla, marcirà come un frutto maturo che non viene mangiato. Lasciato solo, su di una squallida credenza. (Andrea Mucciolo)

I cani rimangono cani, non bisogna metterli sullo stesso piano delle persone. E le teste di cazzo rimangono teste di cazzo, non bisogna metterle sullo stesso piano dei cani. (Andrea Mucciolo)

Gli uomini non potranno mai essere capaci di fare le pulizie di casa: provate a dire a un uomo di scopare il pavimento, lui al massimo capirà di scopare SUL pavimento... (Andrea Mucciolo)

Il giorno in cui non commetterò più errori causati dalle emozioni e dal desiderio di inseguire un ideale, non avrò più bisogno di mangiare né di dormire. Sarò rigido nei movimenti e per curarmi non andrò dal medico, ma dal tecnico hardware e software. (Andrea Mucciolo)

L'arte del perdono è la più difficile che io conosca. Ma è anche l'unica capace di far rinascere una persona. (Andrea Mucciolo)

Domani è un altro giorno. Peccato che il mondo sia sempre lo stesso. (Andrea Mucciolo)

Se uno scrittore ha paura di offendere una categoria, non sarà mai un bravo scrittore. (Andrea Mucciolo)

Ragiona sempre col cervello. Al limite, ragiona anche col cuore, qualche volta. Ma non ragionare e soprattutto non prendere mai decisioni guidato da quello che hai in mezzo alle gambe. (Andrea Mucciolo)

Uno scrittore serio, nuota abilmente in mezzo al mare di critiche rivolte alle sue opere, ci sguazza addirittura, non ci affoga. Il finto scrittore, affogherà invece nel suo stesso mare di lacrime, trasportato dalla corrente del suo improduttivo piagnisteo. (Andrea Mucciolo)

Sarà anche vero che “In amore vince chi fugge”, però è altrettanto vero che solo uno dei due deve fuggire, se l’altro non insegue o, peggio ancora, fugge anche lui, allora si potrà aspettare uno squillo di cellulare o l’arrivo di un sms per tutta la vita. (Andrea Mucciolo)

Le donne posseggono la calamita più potente che io conosca, in grado di suddividere gli uomini in due categorie: coloro che ragionano col cervello e quelli che invece ragionano con ciò che hanno in mezzo alle gambe. (Andrea Mucciolo)

Molte persone dichiarano di costruirsi da sole la propria felicità, vero; ma non tengono conto che, mentre loro si costruiscono la propria felicità, qualcun altro, con le sue stesse mani, si sta costruendo la propria infelicità, poiché le materie prime per edificare la propria felicità sono rare e non tutti sanno dove trovarle. Oppure le trovano, ma non sanno sfruttarle. (Andrea Mucciolo)

Per scoprire la vera natura di una persona, per metterla a nudo, nei suoi pensieri più reconditi, non chiedetele qualcosa di personale: vi mentirà certamente. Chiedetele invece di farvi leggere un suo racconto: la scrittura, è forse l'unico momento nel quale un essere umano si ricongiunge con se stesso. Nessuno può realmente mentire mentre scrive. (Andrea Mucciolo)

Fondamentalmente, gli amici si possono dividere in due categorie: quelli che dicono: "Non so se avrò tempo per ascoltare i tuoi problemi, in questo periodo sono molto impegnato per lavoro..." e quelli invece che vi dicono: "Chiama pure quando vuoi, per te avrò sempre tempo" e poi mettono la segreteria telefonica. (Andrea Mucciolo)

La giungla è un luogo molto pericoloso, dal quale è bene stare alla larga. Vi si aggirano degli animali molto feroci, che ti sbraneranno alla prima occasione. Li potrai facilmente riconoscere: hanno due occhi cattivi e pieni di odio, sono lunghi e camminano su due zampe. (Andrea Mucciolo)

Nessun uomo ha mai brillato di luce propria. Tutti coloro che sono stati Grandi nella loro vita, lo sono stati grazie alla stima di altre persone. Per l'essere umano, la mancanza di apprezzamento da parte dei propri simili, conduce ad un lento e inesorabile deperimento dell'anima. La stima degli altri è ciò che manda avanti il nostro spirito, ne è il carburante. Come il cibo lo è per il corpo. (Andrea Mucciolo)

Ho conosciuto una donna che mi ha fatto soffrire. Sono andato di notte per la città, a caccia di criminali; loro hanno poi cacciato me. Ho visto l'alba ammiccare bonaria su uno dei luoghi più incontaminati della terra. Ho parlato con un cane, fradicio e abbandonato. Ha replicato parole di rabbia. Poi, stanco, ma traboccante di vita in ogni poro, ho chiuso il libro e sono andato a dormire. (Andrea Mucciolo)

Il finto amico ti inviterà a fare un viaggio assieme a lui, dividendo le spese della benzina. Il vero amico, ti aiuterà invece a spingere la macchina, anche in salita, quando la benzina sarà finita. (Andrea Mucciolo)

Se la vita fosse semplice e senza problemi, non esisterebbero gli scrittori. (Andrea Mucciolo)

Il denaro non è tutto nella vita. Ma vallo a spiegare a chi non ha nemmeno i soldi per comprarsi da mangiare. (Andrea Mucciolo)

Quando i tuoi amici cominceranno uno strano allisciamento nei tuoi confronti, come mai fatto prima, va' a controllare il tuo conto in banca: forse hai vinto al superenalotto e te ne sei dimenticato. (Andrea Mucciolo)

Alla cattiveria, bisogna reagire, ma non con altra cattiveria, ma con l'amore. Soprattutto quello verso noi stessi. (Andrea Mucciolo)

Quando qualcuno dice qualcosa alle tue spalle, non avertene a male: pensa, invece, a quanto sei stato fortunato, a non dover vedere la sua faccia di cazzo mentre le diceva! (Andrea Mucciolo)

La smentita è la bugia di un codardo. (Andrea Mucciolo)

Chi si appresta a giudicare un racconto o un romanzo, dovrebbe far questo in maniera strettamente e meramente tecnica: giudicare la forma e non la sostanza. Arrogarsi il diritto di esprimere giudizi sul valore delle emozioni, dei sogni, delle sofferenze, delle esperienze, degli ideali, in buona sostanza della vita stessa degli altri, sarebbe un crimine contro l'umanità. (Andrea Mucciolo)

Spesso passiamo buona parte della nostra vita a criticare duramente certe persone, ma alla fine, ci rendiamo conto che, come tentativo maldestro di reagire alle loro malefatte, siamo diventati esattamente come loro. Se non peggio. (Andrea Mucciolo)

Sono i desideri la matrice di molte sofferenze, e la loro impossibilità di essere realizzati. Non è tanto la mancanza di qualcosa, quanto piuttosto un distruttivo anelare le cose che non abbiamo. Ma un essere umano che non ha sogni, che vita triste che vive. Più che desiderare, bisognerebbe lavorare sodo verso un obiettivo, con la consapevolezza che, per l'uomo, l'insuccesso è fisiologico, non patologico. (Andrea Mucciolo)

Le piccole fregature, delusioni e sofferenze che riceviamo tutti, sono un bene. Sono il vaccino per quelle più grandi che ci capiteranno in futuro. Basta solo permettere agli anticorpi del nostro cuore di ricordarsene. Affinché, quando e se capiteranno, non potremo dire "Non me l'aspettavo". Saremo più forti e preparati. (Andrea Mucciolo)

Forse il problema non è tanto fidarsi o meno delle persone, quanto fidarsi prima di tutto del proprio giudizio. Spesso, non abbiamo abbastanza elementi per esprimere un parere preciso su qualcuno, quindi andiamo avanti con la speranza che siano gli stessi eventi della nostra vita a decidere al posto nostro. (Andrea Mucciolo)

Andrea Mucciolo "al limite" potrebbe anche ammettere di essere permaloso, ma cosa cambierebbe, quando le persone attorno a lui, farebbero perdere la pazienza anche a un Vulcaniano? (Andrea Mucciolo)

Se fossimo tutti molto più sinceri, rimedieremmo soltanto un bel po' di "vaffanculo" molto più spesso. (Andrea Mucciolo)

Recita un motto molto comune: "Se non ti aspetti nulla dagli altri, non potrai rimanere deluso." Così, non può funzionare, questo non basta. Bisogna sforzarsi con tutto il cuore, il cervello e l'anima, di non credere alle promesse. Bisogna annaffiare, coltivare con amore, il terreno dove cresce il Seme del Dubbio. Quando i suoi frutti saranno maturi, li coglieremo e assaggeremo la loro risposta. Matura, come noi. (Andrea Mucciolo)

E' strano come noi cerchiamo sempre l'indipendenza economica, il non dover chiedere soldi a nessuno. Ci sentiamo in imbarazzo se dobbiamo dipendere da qualcun altro. Invece, nella sfera dei sentimenti, non ci crea nessun disagio essere dipendenti dagli altri. Non ci vergognamo e chiedere, anzi spesso a pretendere, l'affetto o l'amore delle persone. E' strano questo nostro diverso modo di porci. (Andrea Mucciolo)


Mi rendo perfettamente conto di essere diventato, nel mio piccolo, un personaggio pubblico, ma non è detto che ciò costituisca un fatto positivo, infatti, spesso, anche il gabinetto è pubblico. (Andrea Mucciolo)

Quando le cose vanno male, cerca sempre di guardare il lato positivo. Ma se ti dovessi trovare in un miriagono, ci potrebbero essere 9999 lati negativi e solo uno positivo. (Andrea Mucciolo)

La clonazione umana è tanto osteggiata perché nessuno è veramente convinto della fedeltà del proprio partner. (Andrea Mucciolo)

In molti paesi ci sono gli sportelli per i servizi al cittadino. In Italia, invece, ci sono gli sportelli per le sevizie al cittadino. (Andrea Mucciolo)

Se in punto di morte avrai molti amici al tuo capezzale, chiama il tuo notaio, e chiedi lui di rammentarti chi hai nominato nel tuo testamento. (Andrea Mucciolo)

Non ci renderemo mai abbastanza conto che uno degli errori più grandi che possiamo commettere è quello di ascoltare la voce meschina di chi non coltiva alcun interesse nei nostri confronti, se non quello di dare sfogo alle proprie insoddisfazioni e frustrazioni. Pensare invece a chi ci stima è la vera e unica chiave del successo: una sola persona che ci dimostra apprezzamento ammutolisce le cento che provano disprezzo per tutto ciò che siamo. Dare molto a chi ci ha fatto sempre sentire importanti non è sinonimo di debolezza, al contrario, di grande intelligenza, poiché tutto ciò che daremo a questa persona ci tornerà indietro, in un ciclo la cui continuità potrà essere garantita soltanto quando avremo dimenticato, anzi annichilito dalle nostre orecchie e dalla nostra anima tutta la palese grettezza che ci circonda. Motivare le persone che sentiamo importanti e vicine è, in altre parole, il volere realmente bene a se stessi. Raggiungere i propri obiettivi traendo energia dalla stima di chi ci è vicino e ricambiando questa stima è, con ogni probabilità, una forma di elevazione spirituale.

Andrea Mucciolo